borcudin borcpanevin borcplatano borcpalme
Borc Udin Borc Pan e Vin Borc Place dal Platano Borc Palme
borcevade placedalaj borccodroip borcmorsan
Borc Evade Borc Place dal Aj Borc Codroip Borcs di Morsan

Borc Udin
borcudin

Banda Musicale di Reana del Rojale

La banda Musicale di Reana del Rojale nasce nel 1931 ed ha operato ininterrottamente fino al 1958. Nel 1975 alcuni suonatori della disciolta banda convinti dall’entusiasmo di parecchi giovani formarono il primo nucleo dell’attuale gruppo. Oggi la banda musicale, diretta dal maestro Flavio Luchitta, conta su un organico di circa 45 bandisti di età compresa fra i 12 ed i 60 anni. Il repertorio spazia dal genere classico, sinfonico, folcloristico, leggero adatto sia per esibizioni esterne e da parata, sia per concerti al chiuso. In occasione del 30° di rifondazione, celebrato nel 2005, è stato inciso il primo CD nella storia della banda dal titolo “30 anni suonati” per l’occasione il compositore Lorenzo Pusceddu ha composto e dedicato alla Banda Musicale di Reana una marcia da concerto intitolato “Reana”, che apre di tutti i concerti della banda.

La banda musicale è gemellata ed intrattiene costanti rapporti di collaborazione con i complessi bandistici in Italia nelle Marche, in Umbria, Veneto e all’estero: Slovenia, Austria, nel 2005 si è esibita a Bruxelles presso il Consiglio Europeo.

L’impegno della Banda è indirizzato inoltre a sostenere una scuola di musica: ai corsi partecipano circa 80 allievi suddivisi in tutte le sezioni per banda seguiti da 13 professori  diplomati al Conservatorio. Da questo gruppo di allievi nasce la banda giovanile composta attualmente da circa 35 elementi; banda giovanile che ha partecipato a diversi concorsi ottenendo sempre ottimi risultati. Da ricordare nel 2009 e nel 2010 il primo posto al concorso per bande giovanili europee di Fiuggi, nel 2009 il primo posto e nel 2011 il secondo posto al concorso Regionale per bande giovanili di Corno di Rosazzo. La banda è presieduta da Luigino Fattori e diretta da Luchitta Flavio.

Top
Borc Pan e Vin
borcpanevin

Società Filarmonica "F. Nascimbeni"

Le prime lezioni di muscia per strumenti a fiato vennero impartite dal maestro Ferdinando Nasimbeni che nell’anno 1909 fondò il primo complesso bandistico formato da una quindicina di elementi. L’attività della filarmonica proseguì fino all’inizio della prima guerra mondiale e riprese al termine del conflitto. Negli anni 1919-1920 il parroco di allora ebbe l’idea di istruire dei giovani nell’arte musicale; così a Paularo esistevano due complessi bandistici. Le due bande si fusero nel 1928 con la denominazione “Società Filarmonica di Paularo” presieduta da Antonio Scala. La nuova società i esibì, diretta dal maestro Cella, in concerti a Paularo e fuori. Partecipò a numerosi concorsi bandistici provinciali ottenendo primi e secondi posti. Quindi la Filarmonica proseguì l’attività fino all’inizio del secondo conflitto mondiale. Solo nel 1946 si tentò di riorganizzare l’organico con i pochi suonatori rimasti e si proseguì fino al 1955, quando l’attività fu nuovamente sospesa a causa dell’emigrazione. Nel 1967, dopo ben undici anni, alcuni cittadini di Paularo interpellarono Igino Ferigo, valente maestro, per valutare se fosse il caso di tentare la rinascita della Filarmonica affiancando ai nove strumentisti rimasti una ventina di allievi che però necessitavano di una adeguata preparazione musicale. Il maestro Igino Ferigo assunse quindi la direzione del nuovo gruppo bandistico e l’attività proseguì fino al 1982. In quel periodo la presidenza fu affidata a Diomiro Blanzan. Dal 1983 la filarmonica è diretta dal maestro Alfio Cella di Paularo sotto la sua direzione sono stati ottenuti lusinghieri successi grazie alla partecipazione a diverse manifestazioni e concerti sia in Italia che all’estero. Dal 1994 è presieduta il socio Fabiani Marco, attualmente in carica.
Top
Borc Place dal Platano
borcudin

Associazione Bandistica "G. Verdi"

L’Associazione Bandistica G. Verdi di Buccinasco, nasce dal forte desiderio del M° Antonio Paradiso di formare a Buccinasco un corpo di Musica con lo scopo di rallegrare e divertire le vie del paese. Così con l’aiuto del parroco di allora, Don Adelio, e con il sostegno dell’amministrazione comunale, nel 1989 il M° Antonio Paradiso ha fondato il nostro corpo di Musica di cui fino alla sua prematura scomparsa (giugno 2007) ne è stato Maestro e Presidente. Pur essendo molto giovane la nostra Banda ha avuto modo di farsi una grandissima esperienza e di vivere momenti molto importanti. Infatti, siamo andati ben 2 volte a Roma a suonare in Vaticano e abbiamo partecipato a diversi raduni bandistici in Lombardia in cui ci siamo fatti sempre notare per la preparazione e per la voglia di fare musica di insieme. Come potrete notare la nostra Banda ha al suo interno tutte le generazioni, dai giovani ai meno giovani. Il desiderio di tutti noi è quello di trascorrere ancora tanti bei momenti insieme e di far crescere artisticamente la nostra Banda e grazie al forte impegno del nuovo Presidente Sig. De Mariano Natale, del Sig. Virga Michelangelo, di tutto il consiglio e di ogni singolo musicante possiamo dire di essere sulla buona strada. Naturalmente tutto questo non sarebbe possibile senza il prezioso e paziente contributo del nostro Maestro Giuseppe Lo Preiato che con la sua passione e competenza ci prepara e tiene viva in noi la voglia di divertirci suonando insieme. Diplomato in oboe e corno inglese, il nostro Maestro vanta un curriculum di tutto rispetto e dirige altre 2 bande della provincia Milanese.
Top
Borc Palme
borcudin

Banda Musicale di Pederobba

Le prime notizie della Banda Musicale di Pederobba risalgono al 1870: dall'archivio comunale infatti è emersa una nota in cui l'amministrazione ha richiesto la partecipazione della banda cittadina per la visita del principe a Covolo, frazione di Pederobba. Da allora la BMP ha seguito costantemente tutti gli avvenimenti del paese, rimanendo sempre associazione viva e dinamica nel promuovere la cultura musicale tra i giovani e gli adulti. Le vicende belliche hanno provocato una sua breve e triste interruzione, per vederla tuttavia rinascere con nuovo vigore. Da anni la banda partecipa a diverse manifestazioni di carattere civile, militare e patriottico nonché ovviamente bandistico. Si è esibita in molte località italiane e anche all'estero, come ad esempio in Francia (dove è stata promotrice di un gemellaggio tra Pederobba e una cittadina della Mosella), in Germania, in Australia e in Brasile. E' diretta da oltre 25 anni dal Maestro Cesarino Negro e presieduta da qualche anno dal sig. Paolo Carrer.
Top
Borc Evade
borcevade

Banda Cittadina di Palmanova

Nel 1887 si gettano le basi per la costituzione di una fanfara in seno alla società operaia di mutuo soccorso. Un breve periodo di preparazione con un organico ridotto e, poi, l’esordio del 4 marzo 1898 al teatro “Gustavo Modena”. Dopo qualche mese un secondo concerto, con tutti i componenti presenti, di fronte al palazzo municipale e questa volta, con il nome definitivo di “Banda cittadina di Palmanova”. E’ del 1913 il primo alloro conquistato con la medaglia d’oro di Gemona del Friuli. Seguono alti e bassi di quasi un secolo contrassegnato da due guerre mondiali. Dall’ultima ricostituzione, avvenuta nel 1977, la banda è stata diretta, per 25 anni, dal Cav.Vasco Nazzi, al quale si sono avvicendati in seguito Daniele Travain, Chiara Vidoni e Lorena Allegretto. Attualmente il complesso bandistico è diretto da Daniele Fontanot e presieduta da Nicola Fiorino. Il 17 marzo 2011, 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la Banda si è esibita, a Palmanova, in concerto, presso il Teatro “Gustavo Modena”.
Top
Borc Place dal Aj
placedalaj

Gruppo Musicale Medunese

Il Gruppo Musicale Medunese nasce il 23 febbraio 1896 dalla volontà di nove soci fondatori e di nove giovani allievi. L’esiguo numero di suonatori deve fin dai suoi primi anni fare i conti con le vicende della grande storia: dopo una forzata interruzione dovuta alle vicende belliche infatti, il Gruppo è costretto ad affrontare anche il massiccio problema dell’emigrazione che mette in seria difficoltà il normale svolgimento delle attività. È solo a partire dal 1947 la banda è in grado di riprendere pienamente la sua attività partecipando alle cerimonie religiose e civiche del proprio Comune e dei Comuni limitrofi. Un importante slancio si ha il 15 ottobre 1959 con l’avviamento del primo corso di orientamento musicale di tipo bandistico che porta nuove risorse al Gruppo e vede l’ingresso di numerosi giovani suonatori. Gli anni Sessanta vedono poi l’inizio dell’importante sodalizio con l’Associazione Nazionale Alpini e la partecipazione alle principali cerimonie alpine, prima fra tutte l’Adunata Nazionale a cui la banda partecipa puntualmente ogni anno da diversi decenni. Negli anni Settanta due importanti novità portano nuova linfa al Gruppo: l’ingresso delle prime donne suonatrici e l’ampliamento del repertorio con l’apertura a nuovi generi musicali finora inesplorati. Alle tradizionali marce si aggiungono così i brani da concerto e il Gruppo ha dunque la possibilità di estendere la propria attività con la partecipazione a rassegne, concerti e gemellaggi. Al normale impegno musicale del Gruppo Musicale Medunese che attualmente conta 30 soci suonatori, si affianca l’attività di insegnamento che viene portata avanti non solo dai corsi interni (cui partecipano una trentina di allievi) ma anche attraverso i Corsi di Educazione al Suono attivati da alcuni anni presso le scuole elementari di Meduno con lo scopo di promuovere la cultura musicale presso i ragazzi pur non essendo strettamente finalizzati al loro inserimento nell’organico. E’ presieduta da Giuseppe Valle e diretta dal Maestro Valentino Battiston.
Top
Borc Codroip
borcevade

Nuova Banda Musicale "S. Cecilia"

Il Gruppo Musicale Medunese nasce il 23 febbraio 1896 dalla volontà di nove soci fondatori e di nove giovani allievi. L’esiguo numero di suonatori deve fin dai suoi primi anni fare i conti con le vicende della grande storia: dopo una forzata interruzione dovuta alle vicende belliche infatti, il Gruppo è costretto ad affrontare anche il massiccio problema dell’emigrazione che mette in seria difficoltà il normale svolgimento delle attività. È solo a partire dal 1947 la banda è in grado di riprendere pienamente la sua attività partecipando alle cerimonie religiose e civiche del proprio Comune e dei Comuni limitrofi. Un importante slancio si ha il 15 ottobre 1959 con l’avviamento del primo corso di orientamento musicale di tipo bandistico che porta nuove risorse al Gruppo e vede l’ingresso di numerosi giovani suonatori. Gli anni Sessanta vedono poi l’inizio dell’importante sodalizio con l’Associazione Nazionale Alpini e la partecipazione alle principali cerimonie alpine, prima fra tutte l’Adunata Nazionale a cui la banda partecipa puntualmente ogni anno da diversi decenni. Negli anni Settanta due importanti novità portano nuova linfa al Gruppo: l’ingresso delle prime donne suonatrici e l’ampliamento del repertorio con l’apertura a nuovi generi musicali finora inesplorati. Alle tradizionali marce si aggiungono così i brani da concerto e il Gruppo ha dunque la possibilità di estendere la propria attività con la partecipazione a rassegne, concerti e gemellaggi. Al normale impegno musicale del Gruppo Musicale Medunese che attualmente conta 30 soci suonatori, si affianca l’attività di insegnamento che viene portata avanti non solo dai corsi interni (cui partecipano una trentina di allievi) ma anche attraverso i Corsi di Educazione al Suono attivati da alcuni anni presso le scuole elementari di Meduno con lo scopo di promuovere la cultura musicale presso i ragazzi pur non essendo strettamente finalizzati al loro inserimento nell’organico. E’ presieduta da Giuseppe Valle e diretta dal Maestro Valentino Battiston.
Top
Borcs di Morsan
borcmorsan

Società Filarmonica "G. Verdi"

La banda della Società Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Ronchi dei Legionari nasce, o meglio rinasce, nel 1975 per volontà di alcuni musicisti che già nel passato avevano fatto parte di una precedente formazione bandistica. La società filarmonica vanta infatti antiche origini, essendo nata nel 1869, e già agli inizi del ‘900 aveva potuto contare su una formazione bandistica di tutto rilievo, la cui attività era stata sospesa in seguito agli eventi bellici. Dopo un lungo periodo di inattività, nella cittadina si fa forte la volontà di ridare vita alla banda e grazie appunto all’impegno di alcuni “storici” musicisti, nel 1975 il sogno diventa realtà; dopo aver avviato i corsi di formazione, nel 1976 la nuova banda tiene il suo primo concerto nella palestra delle scuole, diretta dal maestro Pino Vatta di Trieste. L’attività prosegue con grande soddisfazione da parte di musicisti e direttivo della società, e la banda, che nel frattempo vede avvicendarsi alla direzione i maestri Giovanni Tomatis e Enrico Visintin, si fa conoscere in numerosi concerti tenuti in diverse località italiane ed estere, avviando in particolare rapporti di collaborazione e amicizia con bande dell’Emilia Romagna. All’inizio degli anni 2000, purtroppo l’attività del gruppo bandistico subisce una battuta d’arresto, anche se i giovani allievi, divenuti ormai adulti, proseguono la loro carriera musicale in collaborazione con altre bande del mandamento monfalconese. Grazie alla disponibilità e all’iniziativa del maestro Fulvio Dose, “nato” musicalmente in seno alla Verdi, ma poi “cresciuto” con formazioni di altissimo livello, nel 2007 viene ridata forza alla scuola di musica ad indirizzo bandistico e nel 2008 viene ricostituita la banda, che oltre ad accogliere i nuovi musicisti, trova subito l’entusiastica adesione dei “vecchi” bandisti. La rinnovata formazione, diretta da Fulvio Dose e presieduta da Andrea Carinato, ha ripreso con vigore l’attività, partecipando già a numerosi concerti a Ronchi ed in altre località regionali e nazionali. A fine maggio 2010 la banda si è classificata al secondo posto in terza categoria alla IX edizione del Concorso Bandistico Internazionale del Friuli – Venezia Giulia tenutosi a Bertiolo (UD).
Top

Le nostre news!

Musicup

Nati per la musica

Questo sito utilizza cookie.
Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo.